Sparkle, un mondo di bollicine

Il mondo degli spumanti piace, piace molto ai consumatori. Basti guardare la presenza elevata dei WP_20141122_041partecipanti a Sparkle 2015 che si è tenuto lo scorso 22 novembre a Roma presso le belle sale dell’Hotel Westin Excelsior di Roma. La manifestazione si tinteggiava di aria di festa, carattere rappresentativo delle bollicine.

L’evento, organizzato e voluto da Cucina&Vini, ha posto in rassegna sui banchi  d’assaggio gli spumanti italiani secchi selezionati dalla propria guida “Sparkle 2015. Guida ai Migliori Spumanti secchi d’Italia”.

WP_20141122_005Tra i 922 vini presenti nella pubblicazione solo 70 hanno conquistato le cinque sfere (ossia il massimo del punteggio), ossia solo uno scarso 8% ha riscosso l’ambito riconoscimento. “Sintomatico del livello di qualità raggiunto è il processo di premiazione dei vini che ogni anno diventa più faticoso” afferma Francesco D’Agostino nell’editoriale della guida.

La top label vede una massiccia presenza di vini spumanti Franciacorta Docg e Valdobbiadene Conegliano Prosecco Superiore Docg, numerosi riconoscimenti li ha ricevuti anche il Trentodoc. Anche se con un bottino meno ricco nella top label sono rientrati anche l’Alto Adige, l’Oltrepò Pavese e l’Alta Langa, oltre a realtà emergenti come l’Abruzzo, la Puglia  e l’Umbria.

Tre gli spumanti, tutti metodo classico, che hanno suscitato particolarmente il nostro interesse: il Trentodoc Ferrari Brut Riserva del Fondatore 2004 (Chardonnay in purezza),  il Trentodoc Moser 51,151 (Chardonnay e Pinot nero) e Alto Adige Doc Kettmeir Talento Athesis Brut 2011 (Pinot bianco, Chardonnay e Pinot nero).

E’ vero che Sparkle è una manifestazione che raduna esclusivamente vini mossi, ma vi erano vari WP_20141122_009ospiti presenti tra cui l’antica pasticceria Muzzi con i suoi soffici panettoni e la distilleria Marzadro con il proprio Elisir San Lazzaro, vino aromatizzato alle visciole e alle erbe locali. Una vera delizia per meditare.

Entusiasti e soddisfatti dei risultati in termini anche di partecipazione dei visitatori alla manifestazione, la redazione di Cucina & Vini sta già preparando la prossima edizione di Sparkle che riserverà interessanti novità e tanti cambiamenti. Attendiamo incuriositi.

 

di A.L.

Print Friendly, PDF & Email