Prowein e Vinitaly: i vini di baglio di pianetto che parlano della Sicilia

Baglio di Pianetto porterà alle prossime fiere internazionali Prowein e Vinitalyle ultime annate dei suoi vini. A Düsseldorf, dal 15 al 17 marzo, la cantina siciliana del conte Paolo Marzotto sarà presente nello spazio espositivo dell’importatore DEUNA (HALL 16 Stand H81) mente a image003Verona, dal 22 al 25 marzo, al Padiglione 2 Sicilia.

A Prowein, Baglio di Pianetto presenterà le ultime annate della linea B.D.P. Y(Insolia Y, Catarratto Y, Syrah Y, Nero D’Avola Y e Frappato Y),  un progetto nato dal desiderio di fare vini freschi, piacevoli, di spiccata connotazione siciliana, in grado di esaltare le caratteristiche di vitigni autoctoni antichi.

A Vinitaly, protagonista sarà invece l’ultima annata del Ficiligno, primo bianco prodotto a Pianetto, che esprime pienamente la quintessenza del luogo dove nasce, ovvero dai vigneti coltivati nella zona di Santa Cristina Gela (PA), nella Piana degli Albanesi. Vino intenso e persistente, ottenuto da uve Insolia e Viogner, prende il nome da una pietra locale, elemento caratteristico del suo territorio, in grado di conferire freschezza e mineralità.

Baglio di Pianetto è il sogno del suo fondatore, il conte Paolo Marzotto, che nel 1997 ha fondato questa realtà vitivinicola con la volontà di dare vita ad una cantina in grado di ispirarsi al modello dei grandi châteaux francesi ma esaltando l’unicità del terroir siciliano. Nella piana degli Albanesi, a 650 m di altitudine, in una zona di montagna del palermitano, sorge la proprietà principale della cantina, dove il particolare microclima di quest’area favorisce la coltivazione di Insolia, Viognier, Merlot, Petit Verdot e Cabernet Sauvignon. In questo luogo l’azienda dispone anche dell’Agrirelais, gestito da Ginevra Notarbartolo di Villarosa, giovane nipote del conte Paolo Marzotto, che è un’elegante dimora con stanze per il pernottamento, ristorante e piscina. Nel profondo sud, in provincia di Siracusa, vicino a Noto, si trova invece l’altra cantina dell’azienda: Baroni. Qui il caldo torrido mitigato solo dalla brezza marina offre le condizioni per il Nero d’Avola, il vitigno siciliano per eccellenza, per il Syrah ed il Moscato di Noto.

Print Friendly, PDF & Email