Le Docg del Lazio si presentano a Roma

C’è ancora tempo per poter apprezzare i prodotti enologici delle Docg laziali. image33Precisamente ancora una settimana intera per poter degustare i vini che rientrano all’interno della tutela del Consorzio Frascati e del Cesanese del Piglio.

Un progetto costellato dall’intento di unire due realtà enologiche, prodotte tra la provincia di Roma e  quella di Frosinone,  al fine di far apprezzare ai consumatori locali le prelibatezze del vino del Lazio.

A ben guardare, lo scopo dell’iniziativa vuole andare oltre a ciò che ho descritto fino ad ora: quello di cercare di far conoscere ai romani i propri vini, educarli al loro consumo, far valutare loro, attraverso la degustazione degli stessi, le peculiarità che il nettare di Bacco laziale è in grado di offrire.

A mio avviso, i  vini di questa regione pagano ingiustamente ancora troppo caro l’aver sostenuto un passato votato alla quantità.

Vista la qualità prodotta negli ultimi anni, c’è voglia di riscatto da parte dei viticoltori e di questo i Consorzi di Tutela ne sono consapevoli. C’è voglia e desiderio di farsi notare e apprezzare, prima di tutto, nella propria terra d’origine. Per far ciò non bastano iniziative e promozioni, occorre di più.

Affinché il meccanismo entri a regime, esso necessita che i consumatori romani, nella fattispecie, si mettano in una posizione di disponibilità, che calino gli steccati di preclusione create in precedenza da un passato che non è più tale.

 

Per i dettaglio sul programma cliccare sulla foto:

Le-DOCG-del-Lazio-si-presentano-a-Roma_ElencoEventi-3

Print Friendly, PDF & Email