Alleanza Cooperative Agroalimentari, presentati i documenti programmatici

La squadra dell’Alleanza delle Cooperative Agroalimentari con le sue filiere si presenta per la prima volta al completo attraverso i documenti programmatici illustrati oggi a Roma nel corso della IV Assemblea nazionale dell’Alleanza delle Cooperative Italiane – Settore Agroalimentare. Di seguito i punti centrali dei documenti programmatici presentati dai coordinatori di ciascuna filiera.

L’Alleanza delle Cooperative Agroalimentari rappresenta oltre 5mila cooperative agricole aderenti, 800mila soci produttori e 93mila addetti per 36 miliardi di euro di fatturato, pari al 25% del valore della produzione agroalimentare nazionale, con un fatturato generato dalle esportazioni di 4 miliardi di euro.

Settore Vitivinicolo

“La cooperazione nel vino vale oggi 4,3 mld di euro, di cui 1,8 mld provenienti dalle esportazioni. Si tratta di un modello di glocalismo di successo che da’ forza a piccole imprese e che porterà alla nascita di un’unica grande centrale cooperativa”. Lo ha detto il coordinatore del settore vitivinicolo dell’Alleanza delle Cooperative Agroalimentari,Ruenza Santandrea, alla IV Assemblea nazionale dell’Alleanza delle Cooperative Italiane – Settore Agroalimentare in corso oggi a Roma. “L’elevata frammentazione della produzione italiana – ha proseguito Santandrea – dà un ruolo centrale al sistema cooperativo che remunera i soci conferitori con un valore superiore rispetto al mercato e tutela il comparto ai tavoli di Roma e Bruxelles. Occorre – ha concluso Santandrea – che tutto il settore sia consapevole della grande responsabilità verso un utilizzo corretto delle risorse Ocm, perché dopo il 2020 le basse capacità di spesa delle risorse stanziate potrebbero essere l’indicatore per effettuare tagli mirati”.

Le 512 cooperative attive nel settore (quasi 179.000 i soci produttori) fatturano complessivamente 4,3 miliardi e coinvolgono poco meno di 8.700 addetti. Le dimensioni medie di una cooperativa vitivinicola associata sono pari a 8,4 milioni di euro di giro d’affari e, in termini di occupati, l’impresa vitivinicola coinvolge mediamente 17 addetti. Nel 2015 il fatturato aggregato derivante dall’export delle cantine cooperative è arrivato a 1,8 miliardi di euro, pari al 35% circa di tutto il valore del vino commercializzato all’estero.

Print Friendly, PDF & Email