Verona Wine Top: spicca il Merlara doc

Alla quattordicesima del Verona Wine top, il concorso enologico ideato della Camera di Commercio di Verona e dedicato al meglio dell’enologia scaligera, spicca l’eccellenza del Merlara Doc. Nel corso delle premiazioni, recentemente tenutesi all’auditorium della Domus Mercatorum della Camera di Commercio, è salito sul podio dei premiati il:

 

Merlara Doc Malvasia 2016 – Collis Veneto Wine Group

«Si tratta di un risultato importante – sottolinea Luigino De Togni, presidente del Consorzio del Merlara – che celebra i 16 anni della doc. Oggi la denominazione del Merlara ha assunto una valenza strategica nel panorama enologico veneto, a seguito della riforma che prevede la redistribuzione dei diritti di impianto. Siamo di fronte ad una zona di produzione tra le più dinamiche della regione in materia di riconversione viticola. Solo 5 anni fa Glera e Pinot Grigio rappresentavano appena il 25% del potenziale produttivo, mentre oggi queste due varietà coprono oltre 400 ettari sui 650 dell’intero comprensorio».

Verona Wine Top gode della collaborazione di A.Vi.Ve e Veronafiere spa, dell’autorizzazione ed il patrocinio del Ministero Politiche Agricole Alimentari e Forestali nonchè del patrocinio della Regione del Veneto, del Comune di Verona, della Provincia di Verona. La manifestazione è stata realizzata con la collaborazione di Qualiform sas che si è assunta la responsabilità dell’esecuzione tecnico operativa delle selezioni.
Il Concorso, riservato solo ai vini della provincia di Verona a denominazione di origine controllata e a denominazione di origine controllata e garantita, si è proposto di valorizzare tali vini favorendo la conoscenza delle singole denominazioni, di sensibilizzare le categorie interessate al miglioramento del prodotto e di orientare il consumatore nella scelta dei migliori vini Doc e Docg veronesi.
Il risultato finale di ogni campione partecipante a “Verona Wine Top 2017” è stato calcolato dal notaio, dopo aver eliminato la scheda con il punteggio più alto e quella con il punteggio più basso, attraverso la media aritmetica delle 5 schede rimanenti.

Per ogni denominazione sono stati selezionati ex-aequo tutti i vini che hanno ottenuto un punteggio pari o superiore a 85 centesimi (secondo il metodo di valutazione Union Internationale des Oenologues) più eventuali altri vini (fino ad un massimo del 30% per ogni denominazione) che hanno ottenuto il miglior punteggio purché superato il minimo di 82 centesimi.

Sono state 85 le cantine partecipanti e complessivamente sono stati selezionati 132 vini che ora possono fregiarsi della menzione “Verona Wine Top 2017”.

Print Friendly, PDF & Email