Il Baccalà Islandese va a scuola

Il consorzio del Baccalà Islandese nasce dall’unione dei produttori islandesi con la volontà di promuovere sui mercati internazionali questo eccellente prodotto. Il Baccalà Islandese è ottenuto seguendo una rigida autoregolamentazione volta ad ottenere altissimi standard qualitativi, che si affianca ad una certificazione ufficiale di pesca sostenibile, rilasciata da un ente terzo e neutrale. L’Italia è uno dei mercati importatori principali e ancora oggi il grosso dei consumi avviene in Meridione, con particolare riferimento a Campania e Calabria.

È proprio dalla Campania che lo Chef Vincenzo Nocerino, esperto conoscitore della materia prima, è partito per diventare testimonial ufficiale del consorzio, dopo aver partecipato ad un viaggio di conoscenza della filiera produttiva del baccalà in Islanda.

Nocerino, proprietario del Ristorante Locanda Nonna Rosa di Somma Vesuviana, è stato anche protagonista dello show-cooking organizzato lo scorso 13 ottobre per i migliori allievi della sezione Cucina dell’Istituto Alberghiero Giovanni Giolitti di Torino. L’istituto che si distingue per scelte qualitative nella selezione delle materie prime impiegate nelle lezioni di cucina, ha accolto lo chef ed i rappresentanti del consorzio per una giornata formativa volta all’approfondimento della conoscenza della produzione e della lavorazione del Baccalà Islandese. L’entusiastica partecipazione dei ragazzi coinvolti in questa occasione ha garantito un’ottima riuscita dell’evento.

 

Gli show-cooking nelle scuole di cucina, sono solo una delle azioni promozionali che il consorzio sta attuando sul mercato italiano allo scopo di favorire una migliore conoscenza del prodotto sia tra i professionisti che con il consumatore finale e nel futuro sono certamente previste nuove azioni di collaborazioni con altri istituti alberghieri su tutto il territorio nazionale, allo scopo di far conoscere il Baccalà Islandese ad un numero sempre maggiore di aspiranti cuochi.

Print Friendly, PDF & Email