L’Amarone delle Famiglie Storiche a Collisioni

Barolo chiama Amarone. Per la terza volta consecutiva le Famiglie Storiche dell’Amarone sono state invitate a partecipare a Collisioni, il grande festival AgriRock che trasforma le splendide colline vitate di Barolo in un palcoscenico a cielo aperto in cui si incrociano la musica d’autore, la letteratura e il meglio delle eccellenze eno-gastronomiche italiane. 

Domenica 1° luglio, alle 11.30, all’Enoteca del Barolo l’Amarone, il vino simbolo della Valpolicella nel mondo, per l’occasione rappresentato dalle otto aziende Allegrini, Brigaldara, Masi, Speri, Tedeschi, Tenuta Sant’Antonio, Tommasi, e Zenato, sarà protagonista di una degustazione che avrà come tema “Vino di terroir e tecniche produttive”. L’obiettivo è esaltare i cru della Valpolicella, una terra che rivela anime diverse a seconda dei versanti delle colline e delle vallate, e far conoscere alla critica internazionale il potenziale di questo importante territorio. 

vini in ordine di degustazione saranno:
– Tenuta Sant’Antonio Campo dei Gigli Amarone della Valpolicella Docg 2011
– Zenato Amarone della Valpolicella Docg Classico 2011
– Tedeschi Capitel Monte Olmi Amarone della Valpolicella Docg Classico Riserva 2011
– Allegrini Amarone della Valpolicella Docg Classico 2010
– Tommasi Ca’ Florian Amarone della Valpolicella Docg Classico Riserva 2010
– Brigaldara Case Vecie Amarone della Valpolicella Docg 2009
– Speri Amarone della Valpolicella Docg Classico Vigneto Monte San’Urbano 2009
– Masi Serego Alighieri Vaio Armaron Amarone della Valpolicella Docg Classico 2009

L’evento si inserisce nel Progetto Vino, format di successo ideato da Ian D’Agata, direttore creativo di Vino&Food di Collisioni, senior editor di Vinous, consulente scientifico di Vinitaly International, con l’obiettivo di dar voce allo straordinario tesoro che è il patrimonio enologico italiano in una terra naturalmente vocata come Barolo. Accanto alle presentazioni di libri, agli incontri con i premi Nobel della letteratura, ai concerti dei grandi interpreti della musica italiana e internazionale, gli appassionati di vino e di alta cucina potranno così partecipare a degustazioni, walk around tasting, masterclass, seminari, oltre che pranzare e cenare fianco a fianco con i produttori.
Il Progetto Vino ha anche un 
forte apparato critico; nella scorsa edizione agli eventi del vino hanno partecipato oltre 70 tra opinion leader, giornalisti ed esperti provenienti da 11 Paesi del mondo. 

«Essere a Barolo, terra di famosissimi cru e avere l’occasione di presentare i nostri cru di Amarone è per noi un grande onore», spiega Maria Sabrina Tedeschi, presidente delle Famiglie Storiche. «Le Famiglie Storiche hanno un obiettivo preciso: contribuire a diffondere la cultura dell’Amarone e della Valpolicella, in tutte le sue peculiarità, con il racconto di uno dei territori più blasonati d’Italia, partendo dalla storia e dalla tradizione, ma con un’attenzione verso il futuro, verso la ricerca e l’innovazione. A Collisioni presenteremo vini di terroir, selezionati da singoli vigneti, in un viaggio che va dall’annata 2011 alla 2009».

Sempre domenica 1° luglio, ma alle 14, le Famiglie Storiche saranno protagoniste anche al Palco Wine&Food, un momento di dibattito sul 

tema “L’arte di invecchiare. Il re dei formaggi piemontesi incontra il Barolo, l’Amarone e la grappa Berta”. Alle grandi annate di Barolo e di 

Amarone, due vini che esprimono il meglio di sé nell’attesa, nel riposo e nel lungo affinamento, si accompagnerà il Castelmagno 12-24 e 36 mesi. 

Le Famiglie Storiche Le Famiglie Storiche è un’Associazione nata nel giugno 2009 tra dieci storiche aziende della Valpolicella. Oggi vanta 13 soci, prestigiose aziende vitivinicole che da generazioni sostengono e promuovono il territorio: Allegrini, Begali, Brigaldara, Guerrieri Rizzardi, Masi, Musella, Speri, Tedeschi, Tenuta Sant’Antonio, Tommasi, Torre D’Orti, Venturini e Zenato. Le Famiglie Storiche fonda le proprie radici nei valori di storicità e artigianalità, espresse in ogni accezione e volte a far conoscere e preservare non solo i vini, ma anche una delle più strategiche zone di produzione vitivinicole italiane: la Valpolicella. Tutte le famiglie mettono a frutto un patrimonio di saperi consolidato nel tempo e un impegno costante alla qualità, alla tradizione e all’innovazione per testimoniare questo grande vino. L’ingresso di nuovi Soci ha rafforzato l’interesse e il prestigio dell’Associazione, rendendola oggi un’istituzione riconosciuta e autorevole e sempre più parte attiva nelle scelte a favore dell’Amarone di qualità. www.famigliestoriche.it

Presidenti

2009-2013 Sandro Boscaini (Masi)

2003-2016 Marilisa Allegrini (Allegrini)

Oggi Maria Sabrina Tedeschi (Agricola Fratelli Tedeschi)

Nella foto: Maria Sabrina Tedeschi con i vicepresidenti Alberto Zenato e Pierangelo Tommasi

(Fonte: u.s. Le Famiglie Storiche)

Print Friendly, PDF & Email