E’ arrivata la Guida Essenziale ai Vini d’Italia 2015

Autorevole – pratica – semplice – essenziale – Tutto il vino che vale la pena bere sta nelle pagine di questa guida – così recita l’ambiziosa presentazione della nuova pubblicazione essenziale ai vini d’Italia 2015. Ambizione a quanto pare ben riposta, basta sfogliarla un poco per capire che ci Created with Nokia Smart Camtroviamo di fronte ad un modo nuovo di approccio nella valutazione di questo complesso ma al tempo stesso affascinante mondo dell’enologia italiana. Ne è chiara testimonianza l’interessante degustazione organizzata lo scorso 22 Ottobre 2014 nei saloni di Palazzo Brancaccio, proprio in occasione della scoperta della nuova creatura di Daniele Cernilli, guru del giornalismo enogastronomico di casa nostra.
Cernilli si è avvalso della competenza di valenti collaboratori, tra quelli citati ricordiamo Stefania Vinciguerra, Dario Cappelloni e Riccardo Biscardi oltre ad una squadra di assaggiatori con provata esperienza. Ha tenuto a sottolineare quanto questo sia stato un lavoro di gruppo, proprio per avere una mappatura completa del territorio. Questo lavoro capillare si è cercato di organizzarlo senza gravare troppo sulle aziende produttrici; infatti, per le valutazioni sono stati effettuati assaggi nelle manifestazioni pubbliche, anteprime e concorsi, richiedendo alle aziende il prodotto esclusivamente laddove non se ne sia potuto reperire in altro modo.
I sistemi di valutazione della guida sono stati due: il primo è quello classico, ossia comprendente le tipiche “stelline” (da zero a tre) ed i centesimi (da 80 a 100) evidenziando che al raggiungimento del punteggio di 95 il “nostro” Cernilli ha aggiunto vicino al punteggio la sua “faccina” quella di Doctor Wine (dal nome del suo blog) per dirla con le sue parole “Ci mettiamo la faccia”,e il secondo sistema in base ai prodotti di punta della singola azienda fino ad un massimo di 5 vini valutati per cantina.

Created with Nokia Smart CamUna particolarità utile evidenziata e giudicata così anche da noi di Voltaabotte è l’ormai comune simbolo “like” che in guida viene assegnato in base ai migliori rapporti qualità – prezzo.
Infine, due importanti annotazioni del Cernilli: la guida si pone come l’inizio di un modo nuovo quasi saggistico d’intendere il vino e non va presa come un semplice catalogo, tantomeno come una bibbia ma come uno strumento per consumatori tenendo a precisare che tutti i vini che sono nella guida saranno sul mercato dal mese di gennaio 2015.
A breve sarà disponibile anche la relativa App sia in lingua italiana che inglese.

 

 

 

 

Guida Essenziale ai Vini d’Italia 2015
Edizioni Mondadori
552 pagine,
22 euro in libreria, 18,50 euro in e-commerce
 
 
 
 
 
di Francesco Di Pinto
 
 
Print Friendly, PDF & Email