La guida ai spumanti secchi d’Italia

Spumante_Torna Sparkle, la guida di Cucina & Vini ai migliori spumanti secchi d’Italia che si focalizza esclusivamente sulle Denominazioni d’Origine.

Divisa in regioni, la XXII edizione della guida ha selezionato 959 vini, di cui il 7% (68 etichette)  ha conquistato il massimo punteggio ossia le ‘5 sfere’. Tra i premiati, salgono sui primi due gradini del podio: il Franciacorta (27 vini) e il Conegliano Valdobbiadene (16 vini), ambedue D.O.C.G. ma spumantizzati, in due regioni differenti, con metodi diversi, il primo classico nella Lombardia e il secondo Charmat in Veneto.

Oggi ogni denominazione parla il suo dialetto– scrive Francesco D’Agostino curatore della guida – ben riconoscibile anche con poco allenamento, e la diversità è diventata il valore più importante, dando per scontata la qualità“.

Dunque, torna a suon battente l’elemento territorio, oramai concetto appreso (seppur indirettamente) dal grande pubblico; concetto che sostiene la diversità di prodotto non solo tra zone e zone d’Italia ma all’interno della stessa area di produzione di una D.O.. Quindi, un territorio che utile ai produttori di vino anche per creare quella diversità che oramai è anch’essa elemento irrinunciabile per i degustatori. In questo quadro di pluralità di prodotti, tra Dry, Extra Dry, Brut ed Extra Brut, si incastona la tipologia di spumanti  “Pas dosé” che cresce (5 etichette premiate), silenziosamente cresce e denota una spinta verso un bere che richiede una maggiore conoscenza enologica.

Sparkle2014

 

Sparkle 2014 – Guida ai migliori spumanti secchi d’Italia

a cura di Francesco D’Agostino

Editore: Damar 2000

pp 436

Prezzo di copertina € 20,00

ISBN 9788890560330

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email