• Mer. Lug 6th, 2022

Undici enologi, oltre 80 vini e uno chef stellato a Villa Bardini

DiRedazione

Giu 1, 2022

Dieci anni di articoli, reportage, recensioni, degustazioni, stelle, punteggi, premi ricevuti e assegnati: martedì 7 giugno ASET – Associazione Stampa EnoGastroAgroAlimentare Toscana, che raccoglie oltre 40 professionisti del settore, festeggia il decennale della sua fondazione e del suo premio annuale per il miglior sommelier under 40 dell’anno intitolato a Giulio Gambelli, il maestro del Sangiovese, con un grande evento aperto al pubblico a Villa Bardini tra masterclass, incontri tecnici e una degustazione-cena con 17 banchi di degustazione e oltre 80 vini diversi e un menu curato da Filippo Saporito, chef stellato della Leggenda dei Frati.

Dieci anni fa la neonata ASET istituiva il Premio Giulio Gambelli, appena scomparso, destinato al giovane professionista che avesse dimostrato di saper essere vicino al modo di fare vino dell’indimenticato “non enologo” di Poggibonsi. Il riconoscimento premia un “modo di fare vino” che valorizza non solo la qualità e la denominazione del prodotto, ma la coerenza con le sue premesse, ovvero il vitigno, l’annata, il terroir: una filosofia, oltre la tecnica. Un premio che nel tempo ha acquisito notorietà e spessore, raccogliendo in albo d’oro nomi di spicco del vino italiano. Saranno proprio gli undici vincitori 2012-2022 – Alessandro Campatelli, Ivan Misuri, Angela Fronti, Luigi Sarno, Diego Bonato, Luca Faccenda, Sebastian Nasello, Francesco Versio, Gian Luca Colombo, Fabrizio Torchio, Fabio Mecca – a condurre i partecipanti alla giornata di festeggiamenti.

La giornata si apre alle ore 10.30 con i saluti delle Istituzioni e del Presidente ASET Leonardo Tozzi, seguiti da una breve conferenza-dibattito sull’oggi e sul domani del giornalismo enogastronomico italiano. Segue alle ore 11.30 la masterclass, riservata (su prenotazione) a giornalisti e addetti ai lavori, con una degustazione di undici vini “gambelliani”, uno per ogni vincitore del premio, scelti e illustrati dagli stessi enologi premiati.

Dalle 19.30 la Terrazza Belvedere di Villa Bardini ospita la speciale degustazione aperta al pubblico, con vista sulla Cupola del Brunelleschi: 17 banchi per l’assaggio di oltre 80 vini prodotti dai vincitori del Premio Gambelli e dalle sei cantine che, avendo avuto Giulio Gambelli come consulente, storicamente sostengono il Premio: Bibbiano, Fattoria di Rodàno, Il Colle, Montevertine, Ormanni, Poggio di Sotto. Il tutto accompagnato da una proposta gastronomica a cura del ristorante stellato La Leggenda dei Frati, chef Filippo Saporito. A fare da sfondo il tramonto sullo skyline cittadino per una serata che, non a caso, è intitolata “Un Tramonto Di…Vino: l’uomo che parlava al Sangiovese”. 

Prenotazioni e prevendite: https://www.firenzespettacolo.it/store/negozio/eventi/un-tramonto-di-vino-luomo-che-parlava-al-sangiovese/

(Uff. Stampa ASET)

Print Friendly, PDF & Email