LaghidiVini 2016

Mancano solo 9 giorni al taglio del nastro della IX edizione di LaghidiVini a Bracciano. Un evento dedicato ai vini lacustri italiani e ai prodotti del territorio, ideato e organizzato dall’Associazione Culturale Epulae Bracciano.

Immagine tratta dal sito Laghidivini .it
Immagine tratta dal sito Laghidivini .it

Quest’anno è caratterizzato da una particolare novità: la location. La manifestazione si svolgerà, per la prima volta, sulle rive del lago sabatino presso la sede del Consorzio Lago di Bracciano.

Numerosi i vini in degustazione, molte le produzioni biologiche, e la presenza di produttori vitivinicoli al festival: dal lago d’Iseo ai laghi calabresi, da quello di Garda al lago Arancio (AG), ben rappresentati inoltre i bacini lacustri del Lazio.

Tantissime le occasioni per approfondire la conoscenza dei vitigni autoctoni: Cesanese d’Affile, Sangiovese, Cortese, Corvina, Nerello, Aleatico, Greco, Gaglioppo, Perricone, Catarratto e Ortrugo tanto per citarne alcuni.

Anche quest’edizione 20106 è ricca di opportunità (di seguito il programma).

Ma partiamo con una delle principali novità del festival è la presenza in degustazione di una piccola maison della Champange con i vini di Chayoux. Inoltre, ci saranno anche i biologici prodotti dalle comunità monastiche del Monte Athos (Grecia).ld

Mentre, chi vorrà approfondire alcuni dei vitigni autoctoni del Lazio: Maturano, Lecinaro, Pampanaro ed altri che attendono ancora l’iscrizione nel Registro Italiano delle Varietà di Vite, non potrà mancare all’incontro con il prof. Mariano Nicòtina, docente all’Università Federico II di Napoli, sabato 25 giugno alle 19.30. L’incontro costituirà l’occasione per degustare un raro orange wine da Passerina del Frusinate.

Domenica 26 giugno alle h. 20.00 un convegno bordo di una motonave, per scoprire e degustare “l’enogastronomia della comunità greco-ortodossa del Monastero di Vatopedi” i cui relatori saranno dott. Marco Sarandrea ed il prof. Roberto Miccinilli, dell’Università degli Studi della Tuscia.

Il tema Comunicare i territori – dichiara Sandra Ianni presidente di Epulae Bracciano – rappresenta, quindi, l’occasione per approfondire le potenzialità del territorio sabatino ma anche quella per aprirci ad altre culture e collaborazioni. Tra le collaborazioni va senz’altro segnalata quella con l’Istituto tecnico Paciolo di Bracciano, con il quale Epulae ha sottoscritto un’apposita convenzione, e quella già rodata con l’istituto romano Domitia Lucilla. Mettere insieme studenti, volontari, docenti universitari, giornalisti, chef, imprenditori ed esperti non è impresa facile per un impegno a titolo volontaristico, come quello di Epulae, ma forse è proprio per questo che il festival rappresenta una sfida decisamente unica.

Il festival si potrà fregiare inoltre di un’esperienza multisensoriale decisamente unica, a bordo di una motonave in navigazione sul lago di Bracciano, si tratta della performance: “Crociera al buio”, ideata e realizzata da Hilde Soliani. Artista, gourmet, img-large1designer, performer, imprenditrice e soprattutto “naso”. La performance costituirà un momento in cui arte, teatro, profumo, gusto, tatto e udito avranno un ruolo fondamentale. Profumi che interpreteranno sapori, ma che al tempo stesso costituiranno una forma di percezione fondata sulla sinestesia. Occasioni per apprendere come spesso i sensi siano mendaci, nelle interferenze che ci suggeriscono, o semplicemente per metterci alla prova e scoprire un lato di noi stessi che non conoscevamo ancora. Un viaggio esperenziale, una forma estetizzante di “arteterapia”, in cui rendersi conto che cucina, vino e vita utilizzano lo stesso linguaggio del teatro. Una sola indiscrezione è trapelata da parte dell’organizzazione sullo svolgimento della performance: un piccolo cadeau gastronomico dello chef stellato Mauro Uliassi di Senigallia alla sua carissima amica Hilde da condividere tra coloro che prenderanno parte alla crociera.

Laghidivini 2016 prevede anche momenti di tranquilla e semplice degustazione in riva al lago con un leggero sottofondo musicale, nonché un vivace angolo salotto dove si alterneranno i produttori con degustazioni ed assaggi guidati, tra gli interventi più originali senz’altro la proposta di un abbinamento tra i sigari Mastro Tornabuoni, della Compagnia Toscana Sigari, e l’elisir della duchessa di Bracciano: Hypoclas, il tutto accompagnato da un racconto decisamente coinvolgente ambientato nel XVI secolo.

Laghidivini è anche l’occasione per degustare, a cura dell’Accademia del Gusto, preparazioni a base di pesce di acqua dolce e di ortaggi, ma anche produzioni locali di formaggi a latte crudo, olio extravergine d’oliva, legumi, farine da grani antichi ed alcuni tra i prodotti del Lazio oggetto di Presidio Slow Food per la biodiversità.

In collaborazione con il PARCO REGIONALE di Bracciano e Martignano la passeggiata di sabato 25 alle ore 9.00 alla Caldara di Manziana per scoprire la bellezza di un raro esempio di bosco di betulle e godere del suggestivo paesaggio.

Immagine tratta dal sito Laghidivini .it
Immagine tratta dal sito Laghidivini .it

Al termine del festival la consueta assegnazione del Premio del pubblico Laghidivini, il riconoscimento attribuito al vino che ha ottenuto il maggior numero di preferenze durante il festival da parte dei visitatori.

L’ingresso alla manifestazione è gratuito, mentre per le degustazioni è necessario munirsi di apposito tagliando, volto a sostenere l’iniziativa previo accredito al Punto Info del festival. I visitatori accreditati riceveranno, per posta elettronica, la mini pubblicazione dedicata alle erbe spontanee del territorio con indicazione delle ricette ed i suggerimenti, a cura di Epulae Bracciano, per gli abbinamenti con i vini lacustri.

 

 

Programma

VENERDÌ 24 ORE 19.00
INAUGURAZIONE a bordo della motonave
Convegno sul tema Comunicare i territori. Aprirà i lavori il dott. Antonio Rosati, amministratore unico di ARSIAL, interverranno tra gli altri il professore Ernesto Di Renzo, docente di Antropologia Alimentare Università Tor Vergata di Roma, e Emanuele Perugini giornalista della piattaforma web Lovinitaly.

VENERDÌ 24, SABATO 25 E DOMENICA 26 DALLE 19.00 ALLE 24.00

  • Degustazione di 160 vini esposti per lago di provenienza.
  • Degustazione di acque aromatizzate con le erbe aromatiche del territorio.
  • I prodotti del Lazio e del territorio: esposizione e vendita di prodotti gastronomici anche a presidio Slow Food.
  • I profumi e i sapori del Monte Athos: esposizione e vendita di prodotti enogastronomici delle comunità monastiche greco-ortodosse.
  • Punti ristoro: a cura dell’Accademia del gusto Tu Chef di Roma, piatti tipici lacustri come verdure fritte, latterini.
  • Gelato artigianale, a base di vino o di mosto, di Roberto Troiani dell’Hinterland Bar di Frascati.
  • Messaggi in bottiglia, aforismi e citazioni in tema.
  • Note di vini, angolo relax per ascoltare, sotto le stelle, selezioni musicali da godere insieme ad un calice di vino.
VENERDÌ 24 E SABATO 25 Ore 21.30

Crociera sensoriale Serata sotto le stelle, a bordo della motonave navigando sul lago di Bracciano a cura dell’Accademia del gusto Tu Chef. Latterini, coregone, caciofiore della campagna romana sono alcuni dei piatti tipici da degustare abbinati ai vini lacustri. Prenotazione: info@nuovatuchef.it

SABATO 25
Ore 9.00
Escursione gratuita alla Caldara di Manziana per scoprirne aspetti geologici e naturalistici a cura del Parco Regionale Naturale di Bracciano e Martignano. Prenotazione: info@laghidivini.it.
Ore 20.00 I prodotti del Lazio ispirano chef ed erborista. Show cooking dedicato ai prodotti del Lazio a cura dell’Accademia del gusto Tu Chef.
Ore 23.00 Bacco, tabacco e… Un appuntamento ideato da Fabrizio Cacchiarelli che presenta il sigaro Mastro Tornabuoni, della Compagnia Toscana Sigari di Sansepolcro. Il sapore del sigaro sarà abbinato a quello di Hypoclas, l’antico elisir della Duchessa di Bracciano. Prenotazione al punto info del festival.

DOMENICA 26 

Ore 19.00
Premiazione Laghidivini Consegna del premio Laghidivini 2016 al vino che ha ottenuto il maggior numero di preferenze da parte del pubblico. Una giuria di enoappassionati, il giudizio più prezioso per i produttori. Consegna della targa e dell’attestato da parte degli organizzatori.
Ore 20.00 Scoprire l’enogastronomia di una comunità monastica Il Monte Athos: convegno, a bordo della motonave, per scoprire e degustare l’enogastronomia della comunità greco-ortodossa del Monastero di Vatopedi. Relatori: prof. Roberto Miccinilli e dott. Marco Sarandrea sostenitori del Progetto Monte Athos promosso dall’Università degli Studi della Tuscia, Viterbo www.progettomonteathos.it. Prenotazione al punto info del festival.
Ore 21.30 Crociera al buio A bordo della motonave la performance della poliedrica ed eclettica artista Hilde Soliani, uno dei pochi “nasi” al mondo, ovvero una creatrice di profumi a livello internazionale. Un percorso multisensoriale al buio, tra profumi e vini. Prenotazione al punto info del festival.

INGRESSO E DEGUSTAZIONI

L’ingresso al festival è libero, tutti possono entrare nell’area di esposizione dei prodotti enogastronomici.
Per effettuare le degustazioni occorre munirsi di apposito tagliando (euro 10 euro per soci/operatori del settore e 15 euro per tutti gli altri ) previo accredito al punto informazioni del festival.
Laghidivini 2016
dal 24 al 6 giugno – ore 19.00 – 24.00
Lungolago Argenti, 11 Bracciano
Prenotazioni al punto informazioni
349 8649172
info@laghidivini.it
.
—–
Print Friendly, PDF & Email