Enovitis in campo

Enovitis in campoRicco e articolato si presenta il calendario degli appuntamenti collaterali che animeranno la due giorni espositiva di ENOVITIS IN CAMPO, in programma il 17 e 18 giugno prossimi a Corato (Ba) presso l’azienda vitivinicola Torrevento. Organizzati all’interno di tre tensostrutture dedicate – Vite, Decanter e Frantoio – più la sala convegni della cantina, i convegni e i workshop, con una forte connotazione formativa, rappresentano un’importante occasione di aggiornamento per gli operatori.

In primo piano la coltivazione biologica e la regione ospitante, la Puglia, cui saranno dedicati diversi appuntamenti. Da una parte le esperienze e le ricerche in tema di agricoltura di precisione, dall’altra un confronto tra le viticolture di Nord e Sud Puglia. Ma spazio anche al vino rosato, una tipologia produttiva dalle mille sfaccettature che sta vivendo oggi un’importante rivalutazione

Novità di questa edizione, il focus dedicato all’olivo e all’olivicoltura, realizzato attraverso la collaborazione con il CNO – Consorzio Nazionale degli Olivicoltori, che nella tensostruttura Frantoio nell’area dedicata “Oliveto e frantoio”, attraverso una serie di incontri focalizzerà l’attenzione sulle nuove tematiche riguardanti l’applicazione della coltivazione integrata all’olivo, l’applicazione del PAN sull’uso sostenibile degli agro-farmaci, le caratteristiche distintive dei nuovi impianti intensivi e super-intensivi di olivo, sulle nuove tecnologie estrattive in grado di valorizzare la qualità dell’olio ottenibile in frantoio e sulle ultime innovazioni in tema di meccanizzazione applicata all’olivicoltura. Senza dimenticare uno sguardo attento al mercato e alla sostenibilità economica di questa coltivazione.

Spazio infine alle premiazioni dei Concorsi targati Enovitis in campo: il 17 giugno alle ore 19 verranno insigniti ufficialmente dei riconoscimenti Technological Innovation Award e New Technology le opere scelte dal Comitato di giuria dell’Innovation Challenge.

Sabato 18 giugno alle ore 13.00 a salire sul podio sarà invece il vincitore di Vota il trattore, la competizione organizzata da UIV in collaborazione con Unacma e il portale della meccanizzazione agricola Macgest, che si svolgerà direttamente durante la manifestazione: a votare la macchina più performante più votata tra quelle esposte e provate in fiera, nelle categorie gommati, cingolati e semi-cingolati e isodiametrici, saranno infatti i visitatori.

 

Per approfondimenti: www.enovitisincampo.it

 

 

 

CALENDARIO ENOVITIS IN CAMPO 2016

 

VENERDÌ 17 GIUGNO

 

  • ore 9,30 – 11,00 – Tensostruttura VITE

IL VIGNETO IN UN CLIMA CHE CAMBIA:

LE PRATICHE DEL BIOLOGICO PER AFFRONTARE L’INCERTEZZA CLIMATICA

Organizzato da Valoritalia in collaborazione con Il Corriere Vinicolo

 

Di fronte all’impatto che i cambiamenti climatici stanno avendo sulla viticoltura, la conduzione biologica del vigneto può rappresentare un’interessante alternativa sia per contrastare il riscaldamento globale, sia per reagire in modo più efficace agli eventi meteo estremi, grazie alla maggiore biodiversità dei terreni così gestiti.

 

Intervengono:

Livia Ortolani, AIAB – La viticoltura biologica e il cambiamento climatico: strumenti per ridurre le emissioni e per incrementare l’adattamento

Anna Benedetti, CREA ROMA – La biodiversità del terreno, chiave di resilienza e qualità

Giovanni Bigot, consulente agronomico Az. Amastuola – La gestione del suolo in Amastuola, azienda biologica in Massafra

Giancarlo Roccuzzo, CREA Acireale – Sostanza organica e gestione della fertilità nei sistemi arborei biologici

Conclusioni: Francesco Liantonio, titolare Torrevento e presidente Valoritalia

 

  • Ore 10.00/17.00 – tensostruttura FRANTOIO

WORKSHOP TECNICO-SCIENTIFICO AREA OLIVETO E FRANTOIO

Organizzato da CNO in collaborazione con UIV – Sponsored by Merlo, Organazoto, Pellenc, Serbios, Stihl

Con il patrocinio della Federazione regionale dell’ordine dei dottori agronomi e dottori forestali di Puglia

 

ore 10,00

Diversi esperti di olivicoltura relazioneranno sulle nuove tematiche riguardanti l’applicazione della coltivazione integrata all’olivo, l’applicazione del PAN sull’uso sostenibile degli agro-farmaci, le caratteristiche distintive dei nuovi impianti intensivi e super-intensivi di olivo, sulle nuove tecnologie estrattive in grado di valorizzare la qualità dell’olio ottenibile in frantoio e sulle ultime innovazioni in tema di meccanizzazione applicata all’olivicoltura.

 

ore 15.00

Presentazione delle ultime novità in fatto di macchine, attrezzature e servizi per l’olivicoltura da parte di importanti aziende produttrici di fertilizzanti, sistemi di monitoraggio e difesa dell’olivo, macchine e attrezzature per la cura delle piante e del terreno. Case history aziendali

 

  • Ore 10.30 – 11.30 tensostruttura DECANTER

LA NUTRIZIONE IDRICO-MINERALE COME TECNICA SINERGICA PER LA VITICOLTURA SOSTENIBILE E LA TERRITORIALITÀ DEI VINI

Presentazione aziendale a cura di Haifa

 

In un contesto di viticoltura vostenibile con la fertirrigazione (NutrigationTM) e con concimi granulari a cessione controllata (MCT) si possono superare i limiti di efficienza della tradizionale concimazione granulare e apportare in modo agevole le unità fertilizzanti richieste dalla vite per ogni fase fenologica, in rapporto e quantità, con piani di intervento mirati per singolo vitigno/portinnesto ed obiettivo enologico, salvaguardando reddito e territorialità della nostra viticoltura.

 

 

  • ore 11,30 – 13,30 tensostruttura VITE

LA GESTIONE DEL SUOLO NELL’INTERFILA E NEL SOTTOFILA DEL VIGNETO

Workshop tecnico-scientifico organizzato da UIV-TERGEO – Sponsored Belchim

Con il patrocinio della Federazione regionale dell’ordine dei dottori agronomi e dottori forestali di Puglia

 

Il ruolo del suolo nella coltivazione della vite e la sua influenza sulla qualità dell’uva e del vino sono stati oggetto di recenti approfondimenti che promettono di influenzare significativamente le tecniche colturali e in generale la gestione del vigneto. La corretta gestione del suolo è particolarmente rilevante nel Sud Italia dove il controllo delle infestanti e la gestione dell’acqua hanno un ruolo fondamentale nella ricerca della qualità. Il seminario intende rispondere ad alcuni quesiti: inerbimento o lavorazione dell’interfila? Diserbo, trinciatura o lavorazione del sottofila? Quesiti semplici per i quali ricerca e tecnologia offrono oggi nuove soluzioni.

 

  • Ore 11.30 – 12.30 tensostruttura DECANTER

CAMBIAMENTI CLIMATICI, EVOLUZIONE FUTURA DELLA VITE, LA PROPOSTA ADAMA

Presentazione aziendale a cura di Adama

 

I cambiamenti climatici degli ultimi anni stanno avendo grandi impatti sull’agricoltura sia dal punto di vista agronomico che economico, è importante avere una panoramica degli scenari futuri a conseguenza di questi mutamenti. Al contempo capire quali sono le caratteristiche della viticoltura Pugliese dal punto di vista delle buone pratiche agronomiche, ma anche in termini di filiera. ADAMA espone la propria linea di difesa dalle principali malattie fungine che, più o meno puntualmente a seconda del clima e della zona, fanno la loro comparsa nel vigneto.

 

 

  • ore 16.30 – 19.00 tensostruttura DECANTER

AGROINNOVATION TOUR – LA TECNOLOGIA PER L’AGRICOLTURA SOSTENIBILE

Organizzato da Image Line e staff di www.macgest.com

 

Il workshop si inserisce nel programma degli appuntamenti di www.agroinnovationtour.it: in ogni tappa sono approfondite le opportunità che l’innovazione tecnologica e il digitale offrono all’agricoltura di oggi e di domani. In primo piano a Enovitis in Campo, gli aggiornamenti in merito al controllo funzionale delle macchine irroratrici e all’applicazione del PAN, con un focus sulla digitalizzazione del quaderno di campagna per garantire sostenibilità e rintracciabilità dal campo alla tavola.

 

 

 

SABATO 18 GIUGNO

 

  • ore 9,30  – 13,00 Sala Convegni

IL ROSATO TESTIMONE DI UNA TRADIZIONE, SCOMMESSA SUL FUTURO

Organizzato da Assoenologi Puglia-Basilicata-Calabria in collaborazione con UIV – Sponsored by Valoritalia

 

Il rosato ha sfatato un pregiudizio, riscoperto una traccia produttiva ingiustamente sottostimata, è stato rivalutato e valorizzato, reso ricco di dignità e qualità elevandolo alla grande tradizione dei vini. Il mondo del rosato è molto vasto e copre un ventaglio di possibilità in termini di gusto, equilibrio e quindi di adattamento al mercato globale.

 

Intervengono

Gilles Masson, Centro ricerca e sperimentazione sui vini rosè – Istituto francese della vigna e del vino – I rosati nel mondo: ultime ricerche scientifiche e tecniche

Rocco Di Stefano – Problemi connessi con la stabilità cromatica e aromatica dei vini rosati

Giuseppe Meglioli, consulente vitivinicolo – La predizione della stabilità tartarica nel vino rosato

Michel Couderc, Consiglio interprofessionale dei vini di Provenza – I mercati mondiali dei vini rosati

Ruggiera Sarcina, Camera di commercio Italia – Canada – Le opportunità del mercato canadese per le produzioni enologiche pugliesi

Nathalie Pouzalgues, Centro ricerca rosati Provenza – Degustazione commentata di alcune tipologie di vini rosati

Degustazione commentata di 4 tipologie di rosati di Puglia a cura di Assoenologi

 

  • ore 9,30 – 11,30 tensostruttura VITE

VITICOLTURA DI PRECISIONE: ESPERIENZE IN PUGLIA

Workshop tecnico-scientifico organizzato da UIV-TERGEO – Sponsored by Ager, MPA Solutions, Sysman, Netsens

Con il patrocinio della Federazione regionale dell’ordine dei dottori agronomi e dottori forestali di Puglia

 

Anche nel Sud Italia stanno crescendo le esperienze e le ricerche in tema di agricoltura di precisione e Unione Italiana Vini, tramite il progetto Tergeo, con questo incontro si ripromette di aggiornare sui recenti sviluppi. Tra le case history, il progetto di ricerca portato avanti proprio a Torrevento dall’Università di Perugia e dal Crea.

 

  • Ore 9.30 – 12.30 tensostruttura FRANTOIO

IL VECCHIO E IL NUOVO. OVVERO: LA SCELTA DI UNA OLIVICOLTURA MODERNA E RAZIONALE PER OTTENERE UN REDDITO SICURO. VERITÀ O UTOPIA?

Workshop tecnico-scientifico organizzato da Olio Officina in collaborazione con CNO

 

Si fa un gran parlare di innovazione, ma poi tutto sembra restare immutato. Con il Piano olivicolo nazionale, di cui tanto si sta discutendo nel corso degli ultimi mesi, sembra che si possa finalmente riprendere una questione interrotta da almeno trent’anni a questa parte. Così, dopo aver assaporato la crisi, che non accenna ancora a passare, ai problemi strutturali cui siamo abituati da sempre, si aggiungono quelli di uno scenario nuovo, in cui non si è più i primi della classe e tanti Paesi competitori, anche extra Ue, si sono presentati all’appello. Non resta allora che interrogarsi sull’immediato futuro, pensando alle scelte da fare in campo, ancor prima che in frantoio.

 

 

  • ore 9:30-12:00 tensostruttura DECANTER

NUOVE VARIETÀ RESISTENTI ALLE MALATTIE E I NUOVI PORTINNESTI SERIE M

Workshop tecnico-scientifico organizzato da UIV-TERGEO in collaborazione con Vivai Cooperativi Rauscedo

 

In primo piano le nuove varietà che consentono di evitare o ridurre drasticamente gli interventi con fitofarmaci contro la peronospora e l’oidio. Verranno inoltre presentati i nuovi portinnesti della serie M con prestazioni nettamente migliori di quelli storici abitualmente utilizzati anche in Puglia.

 

  • ore 12.00 – 13.30 tensostruttura VITE

NORD E SUD PUGLIA: DUE VITICOLTURE A CONFRONTO

Tavola rotonda organizzata dal Corriere Vinicolo

 

Il Nord e il Sud della Puglia presentano peculiarità e tratti distintivi che hanno seguito percorsi di valorizzazione diversi: il punto sulla situazione e le prospettive nelle parole dei protagonisti.

 

Intervengono

per il Nord Puglia:

Francesco Liantonio, Torrevento

Pierluigi Spagnoletti, La Cantina di Andria

Sebastiano De Corato, Rivera

per il Sud Puglia:

Angelo Maci, Cantine Due Palme

Alessandro Candido, Candido Wines

Piernicola Leone de Castris, Leone de Castris

 

Print Friendly, PDF & Email