I MONDI DI CARTA 2016

L’Associazione Culturale I Mondi di Carta organizza per il mese di ottobre la IV edizione taglio-del-nastrodella manifestazione cultural-enogastronomica che è ormai diventata un appuntamento fisso dell’autunno cremasco.

I chiostri del Sant’Agostino e le sale della Cittadella della Cultura, insieme alla magica cornice della sala Pietro da Cemmo, saranno la location p
erfetta per cinque giorni di cultura, arte, cucina, scrittura, musica e teatro di altissimo livello. Dal 5 al 9 ottobre 2016 la città di Crema ospiterà personaggi di grande levatura che renderanno il Festival 2016 un appuntamento da non perdere.

 

Il Presidente Enrico Tupone, insieme a tutti i soci, ha costruito anche quest’anno una manifestazione che lascerà il pubblico a bocca aperta. “Siamo orgogliosi di riuscire, anno dopo anno, a coinvolgere nomi importanti del panorama gastronomico e culturale italiano, per offrire ai cremaschi momenti di confronto e di riflessione. I nostri sforzi organizzativi sono indirizzati sempre a garantire un’alta qualità degli ospiti e degli argomenti trattati.” – spiega il Presidente Tupone.

 

Il cibo sarà il filo conduttore del Festival, insieme a commistioni delle arti più diverse, per dare al pubblico una varietà di stimoli e un’offerta che vada il più possibile incontro ai gusti di tutti. Salute, cultura, letteratura, ma anche gusto, sapori, tradizioni, meditazione, benessere, concentrazione.imondidicarta_2015_logo

 

Il Festival è patrocinato dalla Regione Lombardia, dal Comune di Crema e dalla Pro Loco di Crema, oltre che dal Touring Club Italiano, da ASCOM Crema, da AICCRE Lombardia e dalla cittadina Fondazione San Domenico. Gli enti patrocinatori e i partner che accompagnano l’iniziativa seguono di anno in anno l’evoluzione qualitativa della manifestazione, che non smette di stupire.

 

Il Festival prenderà il via mercoledì 5 di ottobre in sala Pietro da Cemmo con un concerto della giovane cantautrice Jessica Sole Negri. Gli incontri si susseguiranno presso la Trattoria Via Vai di Bolzone con una cena-degustazione giovedì 6 ottobre e presso il Teatro San Domenico venerdì 7 ottobre con l’intervento della ballerina Simona Atzori ospite di Banca Mediolanum. La Piazzetta Terny de Gregorj al Museo Civico sarà il cuore pulsante de I  MONDI DI CARTA sabato 8 e domenica 9 ottobre.

Tanti gli ospiti, tra i più noti gli chef Claudio Sadler, Filippo La Mantia e Giancarlo Morelli che regaleranno al pubblico due show cooking da leccarsi i baffi; la scrittrice Barbara Alberti; l’ideatrice di Giallo Zafferano Sonia Peronaci che preparerà due delle sue giottonerie. Giulia Marson farà sperimentare ai bambini la preparazione di un dolce e gli Chevaliers du Brie di Melun – città gemellata con Crema – porteranno la loro esperienza di degustazione di formaggio con l’investitura di nuovi Chevaliers cremaschi. Un’apertura internazionale per una manifestazione che si sta allargando di anno in anno e che promette di stupire.

 

Come da tradizione per I MONDI DI CARTA non si faranno attendere le degustazioni, che quest’anno saranno affidate al Prof. Alberto Spisni e al sommelier Luca Bandirali. I due esperti accompagneranno gli appassionati, sabato e domenica pomeriggio, alla scoperta dei gusti di salami e prosciutti e dei relativi abbinamenti enologici.

 

E ancora protagonisti saranno momenti di benessere psicofisico con esperti di Yoga, oltre a  medici e professionisti del settore che offriranno consulenze gratuite per tutta la giornata di domenica 9 ottobre in materia sanitaria e psicologica. Anche in questo settore I MONDI DI CARTA vogliono essere all’altezza delle aspettative: il programma prevede infatti due momenti importanti, tra gli altri. Sabato mattina 8 ottobre alle ore 11.00 la Sala Pietro da Cemmo ospiterà il Dott. Filippo Ongaro, collaboratore della NASA e dell’Agenzia Spaziale Russa, che parlerà della medicina anti-aging. Nel pomeriggio la giornalista Eliana Liotta, autrice del best seller la Dieta Smart Food, sarà a Crema intervistata da Walter Bruno e dalla dott.ssa Paola Villani per presentare il suo libro e parlare di cibo e nutrizione.

 

Non mancherà la musica con un concerto di chitarre classiche con Claudio Maccari e Paolo Pugliese, accompagnati dalle spiegazioni di Lorenzo Frigani, vera chicca musicale della IV edizione 2016, in programma la sera di domenica 9 ottobre. Gli strumenti della tradizione cremasca, gli organi della Fabbrica Tamburini, regaleranno le loro note nei chiostri sabato alle 18.00 con i suoni del Maestro Pietro Pasquini e la voce del soprano Marcella Moroni; così come da non perdere sarà il concerto jazz che si terrà sempre sabato 8 alle ore 21.00 con il trio Gramazio-Valli-Turchet.

 

Talenti di fama nazionale, quindi, personaggi di richiamo e di rilievo, ma anche espressioni del nostro territorio, per far rivivere i chiostri del Museo e dare ai cremaschi e ai tanti turisti la possibilità di gustare la bellezza e la bontà, non solo con le papille gustative.

Esempio emblematico di chi unisce territorio cremasco e fama nazionale ed internazionale è il produttore cinematografico Pietro Valsecchi che sarà intervistato da Roberta Schira sabato 8 ottobre alle ore 19.00 nella splendida cornice dei chiostri del Sant’Agostino. Cinema e Gourmet si uniscono in un personaggio davvero d’eccezione.

 

Il Festival si completerà con l’allestimento di postazioni di degustazione ed esposizione di prodotti di eccellenza non solo cremaschi all’interno dei due suggestivi Chiostri che ospitano la manifestazione. Gli spazi dei chiostri si animeranno di colori e profumi, per suscitare curiosità e interesse nel pubblico che passeggerà alla ricerca e alla scoperta di vecchi e nuovi sapori. Produttori cremaschi doc e ospiti da regioni più lontane saranno protagonisti degli intermezzi tra i diversi appuntamenti.

E non mancheranno, infine, come da tradizione, due mostre: una di caratteristiche scatole da cipria, dalla collezione privata di Attilio e Dolly Bianchi e una di fotografie legate al tema del cibo, opera di Alessandro Castiglioni che per l’occasione ha riprodotto le proprie opere fotografiche su supporto di cartone, per integrarsi maggiormente con il tema de I MONDI DI CARTA.

 

L’ingresso a tutti gli incontri è libero e la cittadinanza è invitata a partecipare.

Unici momenti a pagamento sono la cena presso la Trattoria Via Vai e gli show cooking e degustazioni di salumi e vino che richiederanno la prenotazione e una quota di iscrizione.

L’intera manifestazione è resa possibile da alcuni sponsor privati che non hanno voluto far mancare la loro adesione e il loro sostegno all’iniziativa: l’Associazione Popolare Crema per il Territorio e il Banco Popolare di Crema, Arco.it, Alinor, Consorzio Grana Padano, Banca Mediolanum, ASCOM Crema, Mercedes Benz – Crema Diesel, la Gelateria Bandirali, la Treccia d’Oro, Mateco, Ceva, e Sparkasse. Oltre a numerosi sponsor tecnici che offrono il supporto logistico.

 

La manifestazione si è aperta con una cerimonia inaugurale SABATO 1 ottobre alle 16.30 all’interno dello Spazio Museale di Piazza Duomo in città. Un momento semplice ma significativo che ha lasciato i curiosi a bocca aperta: alla presenza del Sindaco Stefania Bonaldi, dell’Assessore alla Cultura Paola Vailati, dell’Assessore al Turismo Matteo Piloni e del Presidente del Consiglio Comunale – nonché socio dell’Associazione Imondidicarta – Vincenzo Cappelli la banda ha dato il via alla cerimonia suonando l’inno nazionale, a cui è seguito il taglio del nastro proprio ad opera del primo cittadino. Attorno alle autorità, i soci ed ideatori della manifestazione, a partire del Presidente Enrico Tupone, insieme al motore di questa giornata inaugurale Antonio Zaninelli,  e ancora Nicola Guida, Luigi Magni, Claudia Bonomi, Alfredo Ferrari, Guglielmo Giannotti. Le parole introduttive del Presidente Tupone, insieme al ringraziamento sentito del Sindaco Bonaldi per le iniziative e la spinta culturale che Imondidicarta danno alla città, hanno anticipato il saluto di Antonio Zaninelli  che ha voluto ringraziare la Galleria d’arte milanese Arco.it di Enza Labella e la collaborazione di Isabella Tupone che hanno reso possibile l’esposizione di un’opera tanto importante ed internazionale. Momento centrale del pomeriggio è stato lo svelamento della scultura che ha permesso di ammirare l’opera d’arte in tutta la sua bellezza: un peperoncino di oltre 6 metri in resina e bronzo dell’artista Giuseppe Carta. Una scultura che farà bella mostra di sé in Piazza Duomo per tutto il mese di ottobre, dopo essere stata per un mese in esposizione a Milano per Eataly.

 

Tutto il programma dettagliato, oltre che tutte le informazioni aggiuntive, sono disponibili sul sito dedicato www.imondidicarta.it o al numero di telefono della segreteria 334.8399297.

 

Print Friendly, PDF & Email