Anteprima Primavera del Prosecco Superiore

La Primavera del Prosecco 2014 presenterà in anteprima alla Fiera F.RE.E di Monaco di Baviera la Spumante_sua proposta turistica.
Sta infatti per aprirsi la stagione delle Mostre del Vino nell’area storica del Prosecco Superiore e come ogni anno la rassegna enoturistica veneta sceglie la più grande fiera del Sud della Germania, dedicata al tempo libero e al turismo, per anticipare al pubblico di lingua tedesca alcuni appuntamenti della rassegna.
Oltre alle date delle 15 Mostre del Vino, che quest’anno apriranno il 15 marzo a Santo Stefano di Valdobbiadene per concludersi l’8 giugno a San Pietro di Feletto, al pubblico e alla stampa della Fiera di Monaco verranno presentati gli speciali pacchetti turistici realizzati con la formula week-end.
Il Rapporto 2013 del Centro Studi di Distretto sui flussi del turismo in provincia di Treviso testimonia che la permanenza media dei visitatori nel territorio si sta attestando intorno alle 2 notti. Ecco allora che la Primavera del Prosecco Superiore in collaborazione con Onda Verde Viaggi, agenzia del Consorzio di Promozione Turistica Marca Treviso, ha approntato 4 pacchetti turistici tematici (Benessere, Arte Eventi e Cultura, Sport e Natura e lo speciale Promo Week-end) per incontrare l’interesse dei turisti d’oltralpe, che già dimostrano di apprezzare il prodotto Conegliano-Valdobbiadene Docg Prosecco Superiore, il numero complessivo di visitatori delle cantine del Distretto del Conegliano Valdobbiadene è infatti cresciuto considerevolmente rispetto all’anno precedente, toccando quota 25,6%.
La Primavera del Prosecco Superiore resta in testa alle preferenze dei produttori tra gli eventi capaci di attrarre i visitatori italiani e stranieri nel territorio, grazie alla grande professionalità maturata dai volontari delle Pro Loco e dell’Associazione Mostre degli 11 comuni coinvolti nella rassegna.
Sono infatti numerosi i servizi offerti dalle 15 Mostre del Vino, che non si limitano ad organizzare degustazioni guidate e cene tematiche, ma che sono riuscite nel tempo ad organizzare trekking a piedi o a cavallo, simposi di scultura, visite guidate ai luoghi d’arte e di culto, anche grazie ad una fitta rete di collaborazioni.

Print Friendly, PDF & Email