L’Amarone torna in Vetrina e si colora di solidarietà

L’Amarone torna in Vetrina per il secondo anno con un evento che rientra nel più ampio progetto del Palio del Recioto e dell’Amarone, voluto dal Comune di Negrar per affiancare alla storico Palio dedicato al Recioto un’occasione di promozione anche per il Grande Rosso Veronese.

Parallelamente al Palio del Recioto, che si svolgerà a cavallo delle vacanze pasquali, l’evento clou per il “fratello” Amarone sarà la Vetrina dell’Amarone, una due giorni di degustazioni che si terrà sabato 11 e domenica 12 marzo presso la settecentesca villa Mosconi Bertani di Novare (Negrar).

L’evento, che nasce nel cuore del territorio dove viene prodotto il Grande Rosso Veronese e che intende esaltarne le caratteristiche nei confronti di stampa e pubblico di winelovers, si tinge quest’anno di solidarietà. Durante la due giorni verranno infatti battute all’asta bottiglie di Amarone vintage e di annata donate dalle aziende partecipanti al fine di raccogliere fondi da devolvere alle sfortunate vittime del terremoto del centro Italia. Chiunque parteciperà all’evento avrà accesso all’asta e potrà fare la propria offerta guidata dalla spiegazione di ogni vino e delle sue particolarità da parte dell’esperto battitore d’asta. “Il Comune di Negrar ha ideato questa iniziativa per contribuire al consolidato apprezzamento internazionale dell’Amarone, pregiata eccellenza veronese, prodotto con la medesima tecnica dell’appassimento dalla quale nasce il Recioto. Abbiamo voluto quest’anno contribuire ad una causa benefica attraverso l’organizzazione dell’asta pubblica in favore dei terremotati di Amatrice per non dimenticare mai che come amministratori abbiamo un ruolo prima di tutto sociale” dichiara Camilla Coeli, assessore alla Cultura del Comune di Negrar. Le adesioni per la Vetrina dell’Amarone sono aperte a tutte le aziende della Valpolicella classica che intendano far conoscere i propri vini alla stampa e al pubblico. Ogni azienda avrà uno spazio espositivo all’interno di una delle suggestive sale della villa settecentesca di Novare dove potrà far degustare i propri migliori prodotti al pubblico presente.

Print Friendly, PDF & Email