L’uva nell’artigianato senese

 

La comunicazione non verbale è capace di esprimere concetti, idee e significati grazie ai simboli e l’artigianato ne è un’espressione tipica.

Individuare particolari enoici durante un’esposizione di oggetti artigianali è un modo per creare un percorso all’interno di una ricerca mirata che caratterizza il tema di questo sito, il vino.

Senarte (1)
Senarte

Detto fatto. L’occasione l’ho colta grazie alla mostra indetta da Senarte, a Siena. Senarte  è un centro di esposizione dedicato all’artigianato locale, un progetto nato per la volontà della Camera di Commercio, della CNA, dell’Università per Stranieri  e della Confartigianato di Siena. Un modo per tentare di rilanciare un settore prezioso per il territorio, non solo dal punto di vista economico ma anche per mantenere vivo il rapporto tra soggetto e ambiente.

Dipinto su tela
Dipinto su seta di Luca Polla

Torno all’uva. L’uva (Sangiovese, Vernaccia…) che da sempre ricorda il territorio senese è rinvenuta ed espressa, come attore non protagonista, anche nell’artigianato locale come ad esempio:

Salvatore Poma, artigiano del legno, riproduce bottiglie che richiamano i vini della sua regione (Vin Santo, Vernaccia di San Gimignano, Chianti Gallo Nero, Sassicaia). Bottiglie, a forma bardolese, tutte completamente realizzate in legno.

Anche le terracotte di Siena di Carlo Pignanini propongono il tema uva con varie idee come grappoli per decorare i muri domestici e le alzate di frutta.

Libri uva
Casa Editrice SeB

E ancora, Luca Polla tra le sue attività artistiche si dedica alla pittura su seta e nella sua riproduzione dell’Allegoria dell’Abbondanza di Botticelli riporta fedelmente un grappolo d’uva tenuto da una mano di un putto.

Pure la piccola editoria è parte dell’artigianato locale. La casa editrice SeB pubblica libri che sono connessi all’attività culturale locale con l’intento di promuovere il territorio.

L’uva così, anche nella sua declinazione di vino, diviene elemento che si ripete nell’artigianato senese; elemento che, seppur discretamente presente nell’oggetto artigianale, decreta l’indivisibilità della cultura locale ed evidenzia, nella fattispecie, un legame soggetto-ambiente che è sempre vivo, seppur silente.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email