Moscati d’Italia

I Moscati d’Italia sono in tour. Non è uno slogan ma è l’evento itinerante organizzato dall’Associazione Go Wine, gowinet.it, per promuovere la XX edizione del Moscato Wine Festival per far conoscere al pubblico le peculiarità di quest’antico vitigno aromatico che si trova allevato in quasi tutta la nostra Penisola.

Ieri c’è stata la tappa romana, presso l’Hotel Savoy, a cui hanno aderito circa 40 le cantine coinvolte nell’edizione 2021, per un numero complessivo di 55 etichette. Dopo l’appuntamento inaugurale del primo luglio a Torino e la tappe di Milano (mercoledì 14) e Racconigi (giovedì 15), il Moscato Wine Festival approderà nelle prossime settimane a Mergozzo, Bergeggi, Bologna e in Abruzzo.

Siamo certi che il Moscato è tra i vitigni più conosciuti, vuoi solo per essere stato un vino iconico negli anni ’80 grazie al Moscato d’Asti che accompagnava le feste in famiglia. Un vitigno aromatico interpretato con stili ed etichette diverse, che delineano un mosaico di proposte volte ad intercettare le diverse declinazioni del gusto degli eno-appassionati.

Qui nel Lazio, tanto per fare un esempio, il Moscato di Terracina, ben espresso dalla Cantina pontina Sant’Andrea, fa la sua parte. Un Moscato che risente dell’influenza marina che contribuisce a renderlo particolare e molto apprezzato.

Un mondo affascinante che Go Wine intende valorizzare, promuovere e diffondere.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email